CHESTERTON

UNDER 14: PRO RECCO-ASD GENOVA RUGBY 21-40

Esserci, diamine, esserci per poter narrare quanto è accaduto in un caldo sabato pomeriggio del gennaio 2012 sul campo Carlo Androne, ed infatti coloro che non hanno potuto esserci già rosicano.....

Pronti... via e Nicolò tomcat Migliorini ci porta in vantaggio, va così lento che i recchelini non sanno spiegarsi da dove abbia bucato la loro linea difensiva.

Gli avversari raggiungono il centro del campo per riprendere il gioco, questo per tutta la durata del primo tempo sarà l'unico modo per loro di vedere il centro del campo, infatti per i primi 30 minuti il campo è lungo soltanto 22 metri, e non sono di certo i nostri ventidue.

I ragazzi ci sono, ci credono con tutte le loro forze e giocano per 10 minuti nei loro ultimi 5 metri, ci vengono negate le mete in questo frangente di Bruno, Sposaro e Biggi che alternativamente violano la linea di meta avversaria, ma l'arbitro purtroppo e di diverso avviso, alla fine Bianchi atterra 1 metro oltre e nessuno può più mettere in dubbio la realizzazione.

Il Recco raggiunge nuovamente il centro del campo, calcia e Nicolò Tomcat ritorna in mezzo ai pali avversari, li stiamo macinando, sono come in un frullatore, la loro reazione è scomposta e riesce difficilmente a restare nei limiti imposti dal regolamento, la partita s'infiamma, lo scontro fisico si fa duro, a tratti molto violento, volano pugni e morsi verso i nostri ragazzi, ne scaturisce un cartellino giallo che lascia gli avversari in 12, privandoli del loro giocatore più rappresentativo.

Nel sencondo tempo volano in meta Cambiaso che gioca solo 5 minuti ed esce per infortunio, ma io firmerei perchè rendesse sempre così in 5 minuti, Gherardi GB che taglia la linea avversaria dritto per dritto come una lama nel burro, anche se dagli spalti c''è chi giura(il sottoscritto) di averlo visto mentre allungava 50 euri agli avversari per farlo passare, una doppietta di Nicolò tomcat e le trasformazioni sparse di Tommy Maestripieri completano questa splendida giornata.

I recchelini si rifanno sotto facendoci tre mete, ma il risultato ormai è deciso ed al triplice fischio è di 40 a 21 per noi.

I nostri corrono, urlano, si abbracciano, sugli spalti c'è chi urla, chi ride e chi piange, ma forse il bello è proprio tutto qui, il bello è stato esserci........

Noi allenatori riceviamo i complimenti dagli avversari, Alberto Dellepiane che ha giocato una partita stratosferica annullando contemporaneamente 8, 9 e 10 avversari riceve i complimenti direttamente dal responsabile della FIR per la regione Liguria.

A tutti tutti tutti i nostri ragazzi va il mio grazie, per averci creduto, per averlo voluto e per aver imparato che il lavoro duro paga.